top of page

Da Miami alla Giamaica, un tour a ritmo reggae nella terra dei fiumi e dei rasta

Il pensiero dei clienti

“Obiettivo raggiunto! L’effetto sorpresa ha funzionato alla grande, siamo rimasti entrambi stra contenti. E’ stato tutto organizzato al meglio, ci è piaciuto il sapore di libertà in questo viaggio ‘on the road’ che da soli non saremmo mai riusciti ad organizzare nel dettaglio, visto la meta.. Anche il tempo è stato dalla nostra parte: posto meravigliosi, clima stupendo! Possiamo dirlo forte: missione compiuta, viaggio straordinario!”

Itinerario

Durata: 10 giorni     Mese: Gennaio

MIAMI (2 notti)

Arrivo a Miami, frizzante e allegra città della Florida,  una destinazione tutta da vivere. Sosta di due giorni prima di volare in Giamaica.

Blitz ad Ocean Drive, vero teatro della vita notturna della città: di locali, discoteche e pub affollati sino alle prime luci del mattino non c’è che l’imbarazzo della scelta.

MONTEGO BAY

La prima città della Giamaica, quella dove atterra il volo da Miami. Spiagge dorate e mercato locale di prodotti dell’artigianato.. e incontro con i giamaicani e i loro colorati abiti e cappelli

OCHIO RIOS

Dopo circa 200 km di tragitto si arriva nel principale porto turistico di tutta la zona: visita della cittadina e delle cascate Dunn’s River. La natura travolgente, il  vivace mercatino della città e poi pranzo in un tipico ristorantino giamaicano

PORT ANTONIO

Sosta  alla Long Bay , giro in barca per visitare la famosa Monkey Island e le spiagge più caratteristiche di questa zona un pò remota per il turismo di massa, ma molto bella e conosciuta per le sue spiagge.


KINGSTON

Immancabile la fermata nella capitale,  cuore pulsante dell’isola, situata in una baia naturale ai piedi delle blue mountains. Continua così la scoperta della costa azzurra giamaicana e delle sue tradizioni afro, con visita alla Devon House, alla casa museo di Bob Marley e al centro culturale di Trench Town. Un  itinerario intenso per ripercorrere la vita e la leggenda di uno dei cantautori più amati di sempre, facendosi coinvolgere dal ritmo della musica reggae.

NEGRIL

ll tour  termina sulla stupefacente sabbia bianca di Negril dalla quale poter ammirare tramonti da cartolina.


Costruzione del viaggio

L’idea di Ramona era quella di stupire il compagno. Lasciarlo a bocca aperta per un compleanno importante, organizzare per lui il viaggio sempre sognato…e fare tutto di nascosto, in modo estremamente dinamico ed originale. Si è rivolta a me con le idee chiare: trascorrere il 31 dicembre al caldo e dare inizio al nuovo anno nel migliore dei modi. Così, ha dato a Simone soltanto un’indicazione: “prendi ferie, prepara la valigia, portati il costume e partiamo!”

La sosta a Miami è stata tattica per ottimizzare tempi e costi di volo verso la Giamaica. E’ sempre una città incantevole per una coppia. Tra aperitivi e rooftoop, resta una città frizzante, colorata, festaiola e sul mare…L’inizio perfetto per un viaggio caraibico che abbiamo pianificato con un unico scopo:  scoprire la Giamaica in tutte le sue molteplici sfaccettature, dalle tradizioni afro alla natura incontaminata.

L’itinerario è stato studiato per girare l’isola il più possibile concedendosi comunque, alla fine del soggiorno, un meritato relax. Per questo ho suggerito di trascorrere gli ultimi 4 giorni a Negril dove sulle spiagge bianche alla sera ci sono  feste, deve i tramonti sono da cartolina. Piccoli resort semplici ma accoglienti, questa la scelta di Samantha, forse anche quella più giusta per questa isola

La prima parte del viaggio invece è stata dedicata all’avventura e alla scoperta. Con un autista (guidare in Giamaica meglio di no!) hanno fatto il periplo dell’isola, da Montego Bay, dove sono atterrati, ad Ochio Rios, a Port Antonio, a Kingstone fino a Negril. Ad ogni tappa sono state dedicate 1 o 2 notti. Ciliegina su questa torta di compleanno è stata la visita a Kingston, al Museo di Bob Marley,  prima del soggiorno mare.

Effetto wow riuscito!

21 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page