top of page

Minorca a giugno

Aggiornamento: 16 ago





Sai quando hai una gran voglia di sole e di spiaggia e invece il meteo prevede tempo grigio e temporali ..? Sai cosa ti fa tornare il sorriso? …volare dove il sole è una costante , dove, se c’è una nuvola in cielo, passa veloce, pearché nelle isole così funziona .. Funziona così anche alle Baleari, a poco più di un’ora di volo dall’Italia.

IMG_2552

Minorca mi è sembrata subito l’occasione giusta per questo inizio giugno piovoso dalle nostre parti .. A Minorca si sta bene da maggio a ottobre e quindi, anche con pochi giorni a disposizione, parto!!!!

Atterro a Mahon o Mao’, nella parte est dell’isola, lunga appena 50 km e larga meno di 20 km. Cielo azzurro e temperatura decisamente gradevole, calda e secca..L’umidità dei mesi estivi sembra ancora lontana e si respira profumo di mare. Nei 50 minuti di trasferimento a Cala en Blanes (nella parte ovest dell’isola) mi domando se sono nella nostra Sardegna: macchia mediterranea rigogliosa, campi brulli e muretti a secco e tutto un saliscendi di altipiani.

Un’unica strada collega Mahon a Ciutadela, tagliando questo paesaggio come una dorsale interna.

Qui l’estate è già arrivata. Ma in pochi se ne sono accorti…almeno vedendo il poco traffico per strada. Ho sempre consigliato questo periodo alle famiglie con bambini, per il primo sole e per la tranquillità e ne sono ora sempre più convinta! Con i bambini puoi fare una vacanza sedentaria, scegliendo una sistemazione vicina ad una spiaggia comoda, da raggiungere con pochi passi, magari attraversando il paesino antistante. A Minorca (come in tutte le Baleari) trovi spesso costruzioni alte e grandi che fronteggiano la spiaggia.. Purtroppo qui gli hotel molte volte sono in netto contrasto con il paesaggio.. Direi un cazzotto in un occhio, come si usa dire! Ma, passata la prima occhiata, la vacanza poi risulta confortevole anche se sei alloggiato in uno di quei palazzoni.. La vista dalla camera, la cordialità, il servizio, una buona cucina ti conquistano presto.

IMG_2475

Con i bambini puoi anche noleggiare una macchina. Perché no? Puoi scegliere hotel, appartamenti o villaggi e con l’auto fai la giornata in giro e ti godi a pieno dell’isola. Noleggio la macchina e via sulla Me 1, la strada interna. Si, perché qui si scende alle cale e alle spiagge partendo dalla strada principale; talvolta trovi ottime strade minori, talvolta trovi strade sterrate che conducono al parcheggio e da lì proseguì a piedi. La sorpresa all’arrivo però non mi lascia indifferente!! Azzurro in tutte le sue sfumature e paesaggio da cartolina!





Grande idea la macchina, sempre consigliata per tutti!!

Da mettere in valigia, comunque, anche le scarpe da trekking . Ci sono dei sentieri (Cami’ de cavalls) tracciati e panoramici che segnano il perimetro dell’isola e che regalano scorci mozzafiato. Così arrivi alle calette vergini. Un incanto !!! Le sempre utili infradito mi creano qualche difficoltà nella mia camminata di 40 minuti da Cala Galdana e Macarella, ma la sfacchinata ha decisamente valso la pena!

Stare a Cala en Blanes e’ veramente comodo per raggiungere Ciutadela; giusto pochi minuti e ti trovi in una cittadina affacciata su un porticciolo naturale molto animato. Passeggiatina, bancarelle, ristoranti e e gente. Sicuramente questo è il posto più movimentato dell’isola. Mojito sulla Terrazza dell’Iguanaport fra candele e cuscini bianchi e la serata è fatta!

La parte sud di Minorca e’ quella delle spiagge bianche. Mezz’ora e arrivo a Son Bou, grande, bianca, acqua molto bella.. Freddina a giugno, ma irresistibile .. E il bagno lo fai per forza !! Poi birretta e pescado al Ses Garces e via!!!

Giusto un quarto d’ora di macchina e nel tardo pomeriggio arrivo a la baia di Arenal d’en Castel, nel Nord. Qui il vento ha frastagliato la costa, ma questa è una delle poche grandi spiagge del Nord, con acque calme, tanto verde ..un paradiso nella tranquillità. Le spiagge sono pubbliche in Spagna, anche quelle fronte hotel, ma con circa 15 euro ti aggiudichi ombrellone e due lettini per l’intera giornata.

IMG_2546

La parte nord e’ anche quella più autentica, meno turistica. A Fornells, con le sue viuzze lastricate lungo mare e le casette bianche , sembra quasi che il tempo scorra più lento..e qui mangiare la “calderata de langosta” ha un sapore diverso, autentico, seduti nella piazzetta fronte mare. Bella Minorca, selvaggia e autentica..un paradiso naturale, la consiglio a tutti!

Da non perdere? “La puesta del sol” da la Cova de Xoroi , a Cala en Porter, merita da sola il viaggio! Questo lounge bar nella grotta a strapiombo sul mare, sorprendentemente bello al tramonto e di notte, e’ quanto di più suggestivo e raffinato abbia visto a Minorca, romantico e magico luogo, dove non smetteresti mai di scattare foto! Un rimpianto? Non essere qui a fine giugno, per la Fiesta di San Joan a Ciutadela, forse la più popolare fra le feste religiose di Minorca. Per tutta l’estate le varie località dell’isola si animano a turno con queste feste popolari, un’occasione per conoscere le tradizioni del posto e le cose autentiche..





Mi è piaciuta Minorca, molto!!! Cristina


113 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page