top of page

La ripartenza: Sardegna #viaggiareinsicurezza

Con l’estate che si allunga sul Settembre e con i colori addosso delle recenti vacanze in Sardegna, scorro le foto, le tante foto belle del nostro mare italiano. E’ stata una scelta quasi obbligata l’Italia e non  ho esitato a cogliere la bontà di tale scelta, leggendo il tutto come una timida ma decisa ripartenza del turismo dopo tanta chiusura e angoscia. E… sono orgogliosa per aver contribuito, con la mia personale presenza, a ripagare i grandi sforzi messi in atto per la riapertura.

Mi sono trovata a partire da un grande aeroporto  e, come fosse un primo giorno di scuola, mi sono emozionata.  Un po’ di apprensione, un po’ di curiosità e tanta attenzione alle nuove regole sulla sicurezza. Sostanzialmente mi sono resa ben conto del cambiamento, ma anche della consolidata nuova normalità nel viaggiare. Nessun disagio, nessun intoppo, solo lo sgomento di una Malpensa molto poco affollata per Ferragosto. Ero confusa, mi sentivo inesperta o meno esperta di altri viaggiatori e .. ho pensato che questa era la mia ripartenza, quella che sento  certa e ferma e con canoni diversi adatti al cambiamento. “Prese le misure”, passato il disagio di qualche attimo, e… partenzaaaa!

Tirreno Resort Valtur Club


Grandi parole di apprezzamento per i nostri Tour Operator che, mettendo in atto le misure necessarie e richieste, hanno organizzato trasferimenti dall’aeroporto al villaggio con bus sanificati,  dove ti siedi lasciando il posto vuoto accanto e indossando la mascherina. Viaggiavo con Valtur e avevo volutamente scelto il soggiorno in uno dei due loro villaggi in Sardegna, certa che questa fosse una fra le  migliori scelte per viaggiare in sicurezza. E così è stato: buffet serviti al ristorante, tavoli ben distanziati e molti di loro in verande all’aperto, zone bar e anfiteatro ampie e con personale che ti ricordava le distanze e la mascherina quando la zona era troppo popolata, sanificazione ovunque, attività sportiva individuale con grande disponibilità del maestro di tennis e della ragazza che con tanta dedizione faceva stretching in spiaggia e yoga sul prato. L’obiettivo relax direi raggiunto!

Ricorderò questa incredibile estate 2020 a lungo. Fra le tante cartoline, questa della Sardegna, bella come sempre e sicura anche in mezzo ad una tempesta di meteore. Rimango convinta che una meta può avere più sfaccettature, tante come tante sono le esperienze di viaggio che una meta può offrire. Ritengo che quest’estate abbia regalato vacanze serene e sicure a tutti coloro che hanno fatto scelte organizzate, a coloro che hanno colto la grande opportunità di qualche finestra di azzurro in un cielo burrascoso.

Io c’ero!     

4 visualizzazioni
bottom of page